Tu sei qui: Portale » Articoli » DEMOCRAZIA

DEMOCRAZIA

senza un'informazione LIBERA , CORRETTA e PROFESSIONALE non c'è democrazia

La democrazia è il sistema...più democratico che c'è ! ...diceva Gaber

In effetti spesso non ha dato grandi prove di sè : dal primo processo democratico della storia che ha condannato Gesù di Nazareth liberando Barabba fino ad esempio alle vittorie "democratiche" di fascisti e nazisti in Italia e Germania... tanto per fermarsi in periodi abbastanza distanti da non confonderci la visuale...

Il fatto che un presidente saggio e preparato come Obama possa subire una debacle nelle elezioni di midterm che stanno terminando negli Stati Uniti nonostante abbia affrontato la peggiore situazione economica del secolo in USA evitando la bancarotta e realizzando comunque punti decisivi del programma (riforma sanitaria epocale e chiusura Guantanamo ad esempio) fa davvero dubitare che la democrazia funzioni bene...

Naturalmente si può criticare anche Obama o ritenere che abbia creato aspettative troppo alte, ma questo può far prdere così totalmente il punto della vicenda , facendo passare per un socialista islamico un uomo di grande equilibrio che sta dando delle regole forti a Wall Street dopo che il sistema finanziario ha rischiato di far collassare l'intero sistema economico dell'occidente...? e che sta cercando di recuperare rispetto e dialogo con il mondo arabo ?

Il vero nodo è ormai conta quasi soltanto la COMUNICAZIONE (ovvero i MEDIA) e quindi prima ancora la CAPACITA' di COMPRENSIONE CRITICA degli elettori...

In altri termini, senza un'informazione LIBERA , CORRETTA e PROFESSIONALE non c'è possibilità di fare scelte razionali per l'elettorato... ma prima ancora nessuna informazione potrà aiutare a formare un pensiero critico se il destinatario non ha gli strumenti minimi per vagliare e comprendere i bombardamento mediatico.

E poi io ho sempre trovato un poco ingiusto e avvilente che il voto di una persona che cerca di nformarsi e di comprendere quello che succede nel suo Paese sia equivalente al voto di un altro tale che fondi le sue scelte su un telegiornale sciatto e poi il resto del tempo lo dedica a leggere di sport e gossip...

Capisco che il suffragio universale è un valore in sè, ma se non ci mettiamo in testa che il diritto di voto deve anche essere un dovere di informarsi rischiamo di ritrovarci con sistemi formalmente democratici ma in realtà manipolati da pochi e potenti soggetti in grado di orientare le opinioni di molti pecoroni

E' un tema che nessun politico affronta per paura di risultare snob o impopolare ma è un nodo per me essenziale..

E voi come dite che sia messa l'Italia su questi temi ?

...domanda retorica...lasciam perdere !!!

Azioni sul documento

Idee che non condivido...

Inviato da palinuro il 06/11/2010 17:46
Che i voti – in Consiglio di Amministrazione, peraltro! - si dovessero pesare e non contare fu, un secolo fa, una provocazione di Gianni Agnelli. Ma una provocazione che solo un personaggio come lui, alto borghese colto e raffinato, si poteva permettere.

Ora invece leggo che qualcuno sembra perorare la causa del voto politico per censo e/o per quoziente intellettivo e/o per classe di reddito.

Personalmente trovo insondabile la superficialità di un simile suggerimento, che non ha neppure la dignità un overstatement. Anche se di cattivo gusto.
PERCHÉ NON TI FANNO RIPAGARE IL DEBITO - Marco Bersani"

Come si sta riorganizzando la mafia dopo la morte di Riina: minacce, bombe ed estorsioni"

 
« novembre 2018 »
novembre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930