Tu sei qui: Portale » Articoli » Ogni installazione nucleare è unica, perché non puoi farne una simulazione al computer

Ogni installazione nucleare è unica, perché non puoi farne una simulazione al computer

Time contiene un lungo articolo sulla situazione della società AREVA da cui il governo Berlusconi ha comprato tre reattori nucleari. Quello che segue è un brano (pag.38-39) che mi sembra illuminante su alcuni aspetti fondamentali della scelta nucleare.

Areva ha tratto vantaggi del ritorno del nucleare tanto quanto qualunque altra compagnia. Ma i suoi profitti 2008 – 824 milioni su un fatturato di 18.4 miliardi di dollari – erano calati del 17% dal 2007, soprattutto a causa di una grossa perdita di 2.4 miliardi legata a problemi costruttivi del suo reattore finlandese. Il progetto finlandese avrebbe dovuto essere la vetrina del progetto di terza generatore a prova di terremoto e di missile, noto come Reattore Europeo Pressurizzato (EPR).

 

Areva aveva sconfitto Westinghouse e General Electric- Hitachi nel 2003, ottenendo il contratto con la principale impresa finlandese TVO per costruire l’ impianto. GE-Hitachi, Mitsubishi che Westinghouse vendono anch’essi i loro reattori di terza generazione, che sono più efficienti e sicuri dei loro predecessori. Ma l’ EPR di Areva vanta innovazioni che hanno portato la americana Union of Concerned Scientists a definire il suo progetto l’ unico “con il potenziale di essere significativamente più sicuro dei reattori di oggi nei confronti di un attacco.”

 

Il portavoce di Areva Jacques- Emmanuel Saulnier ha detto che questa vittoria è stata cruciale per qualificare l’ impresa come leader nella tecnologia nucleare avanzata. Saulnier dice: “Una installazione nucleare è unica, perché non puoi farne una simulazione al computer, o montare e far funzionare un prototipo in un capannone . Vedi come funziona solo dopo che l’ hai costruito ed hai verificato che è ciò che avevi detto che sarebbe stato. Questo è il motivo per cui costruire il contratto finlandese e connettere in rete il primo reattore di terza generazione al mondo è così importante.”

 

Tuttavia, dopo sei anni, il progetto è già indietro di tre anni sulla tabella di marcia, è di due miliardi di dollari fuori dal bilancio iniziale di di 2.4 miliardi, ed è al centro di arbitrati internazionale ed altri bracci di ferro legali perché TVO, Areva ed altre imprese coinvolte richiedono compensazioni per i costi crescenti. Gli analisti dicono che molti dei problemi nascono dalla irrealisticamente bassa offerta di Areva :” Anche se arrivare a completare il primo reattore al mondo di terza generazione darebbe ad Areva un grosso vantaggio sui rivali, il progetto finlandese le è costato molto in termini di credibilità, e molta gente dice, considerandolo:”Purché tu riesca mai a finirlo…” Westinghouse completerà il suo reattore di terza generazione in Cina più tardi, ma sarà in grado di affermare che lo avrà fatto secondo i tempi programmati ed entro il preventivo di spesa”.

 

Vorrei fare alcuni commenti: l’ affermazione più interessante, perché viene da una fonte non sospetta di prevenzione contro il nucleare, è quella in neretto. Si commenta da sola, confermando in pieno le preoccupazioni a proposito della affidabilità delle previsioni ottimistiche sia sulla sicurezza di funzionamento che sulle convenienza economica del nucleare.

La seconda affermazione che mi ha colpito è che si dà per scontato che un reattore crea un bersaglio interessante per i terroristi, dato che deve essere progettato tenendone conto.

La terza è la inaffidabilità delle stime finanziarie: alla faccia di chi dice che siamo noi quelli che non tengono conto dei costi delle scelte energetiche. Qui si parla di una sforamento del 40% rispetto al preventivo Bisogna anche notare che se costruire prende più tempo del previsto, i costi per gli interessi sul capitale impegnato crescono, e quindi, dato che la vita utile di un reattore è indipendentemente dai tempi di costruzione, ciò implica che l’energia prodotta sarà venduta ad un costo maggiore, perché l’ impresa costruttrice deve ricuperare una spesa maggiore in un tempo fisso ( circa 25-30 anni) .

Azioni sul documento