Tu sei qui: Portale » Articoli » Proprio perché ha vinto, non deve più governare

Proprio perché ha vinto, non deve più governare

Oggi abbiamo bisogno di chi le idee, buone o cattive sarà il tempo a stabilirlo, riesca a trasformarle in realtà.
È vero che le cose vanno fatte a legislatura in corso e che le campagne elettorali servono a racimolare voti e a strillare annunci, promesse irrealizzabili, quisquilie varie. Tutto vero. Eppure c'è qualcosa di non detto riguardo lo scontro di ieri sera tra Michele Santoro e Silvio Berlusconi, nemici-amici di sempre.

Mettiamola così. Se persino Jean-Claude Juncker, uno che di certo non può essere definito “comunista”, cita Marx e propone il salario minimo nell'eurozona, vuol dire che davvero – al di là della retorica d'ordinanza – servono le idee e non gli ideologismi. Idee buone o cattive, sarà il tempo a stabilirlo. Il punto è che Berlusconi per anni ha venduto un prodotto fasullo e altrettanto ha proposto nella puntata di Servizio Pubblico, confezionata su misura per lui. Anche chi non lo ama affatto non ha potuto non constatare quanto il Cav sia rimasto il solito animale da palcoscenico, alla faccia di quanti – come me – lo avevano dato per bollito.

Se lo metti alle strette, lui sa difendersi bene. La curiosità per la trasmissione di Santoro e Travaglio era paragonabile alle battaglie conclusive nelle grandi saghe epiche. Quelle in cui i rivali si sono sfidati a distanza per troppo tempo e finalmente, dopo secoli, hanno l'occasione di assestare un unico colpo decisivo. Santoro e Travaglio non hanno colto l'attimo, l'arcinemico sì. E mentre lo osservavo in tv, mi capacitavo una volta di più del perché Berlusconi non sia mai stato adatto a governare il Paese. Sa vendere idee condivisibili, talvolta sotto forma di ideologie, ma è incapace di mettere in pratica. E oggi abbiamo bisogno di chi le idee, buone o cattive sarà il tempo a stabilirlo, riesca a trasformarle in realtà.
Azioni sul documento
Le spese militari italiane
spiegate in 4 minuti


Felice Besostri spiega
i requisti per una legge
elettorale costituzionale


Attuare la Costituzione
Luciano Barra Caracciolo


Paolo Maddalena
Intervistato
da Giulietto Chiesa


Paolo Maddalena
Attuare la Costituzione


Elio Lannutti
sulla dittatura finanziaria