Tu sei qui: Portale » Newsletter » Tutti arancioni per cacciare Berlusconi

Tutti arancioni per cacciare Berlusconi


08/07/2011

L'idea può sembrare banale ma l'impatto potrebbe essere dirompente proprio per la sua semplicità: tutti con indosso qualcosa di arancione: un nastrino, un bracciale, un capo di abbigliamento o un accessorio, il rossetto sulle labbra o la spilla su una giacca. Un fazzoletto legato all’antenna dell’automobile o uno straccio attorcigliato all’antenna sul tetto, o calato dalla finestra di casa. Un piccolo gesto simbolico ma eloquente.

Basterà indossare un nastrino arancione per significare: “Io desidero che il governo si dimetta” o anche solo “Non condivido la politica del governo Berlusconi”. L’idea è venuta a100 donne e uomini, a cominciare dalla scrittrice Daria Colombo e dal cantautore Roberto Vecchioni. Volti noti e gente comune. Cantanti, attori, pittori, scrittori, giornalisti, studenti, medici, artigiani, operai, casalinghe, avvocati, architetti…

Tutti arancioni per cacciare Berlusconi


Inoltre sul sito www.liberacittadinanza.it segnaliamo:

Berlusconi: «Nel 2013 mi ritiro»
  Rosario Amico Roxsas

Che fine ha fatto Robin Hood?  di Barbara Fois

Attuare la Costituzione
Luciano Barra Caracciolo


Paolo Maddalena
Intervistato
da Giulietto Chiesa


Paolo Maddalena
Attuare la Costituzione


ASSEMBLEA NAZIONALE
"COMITATI PER IL NO"
CONTINUA L'IMPEGNO


Elio Lannutti
sulla dittatura finanziaria