Tu sei qui: Portale » Newsletter » Tutti arancioni per cacciare Berlusconi

Tutti arancioni per cacciare Berlusconi


08/07/2011

L'idea può sembrare banale ma l'impatto potrebbe essere dirompente proprio per la sua semplicità: tutti con indosso qualcosa di arancione: un nastrino, un bracciale, un capo di abbigliamento o un accessorio, il rossetto sulle labbra o la spilla su una giacca. Un fazzoletto legato all’antenna dell’automobile o uno straccio attorcigliato all’antenna sul tetto, o calato dalla finestra di casa. Un piccolo gesto simbolico ma eloquente.

Basterà indossare un nastrino arancione per significare: “Io desidero che il governo si dimetta” o anche solo “Non condivido la politica del governo Berlusconi”. L’idea è venuta a100 donne e uomini, a cominciare dalla scrittrice Daria Colombo e dal cantautore Roberto Vecchioni. Volti noti e gente comune. Cantanti, attori, pittori, scrittori, giornalisti, studenti, medici, artigiani, operai, casalinghe, avvocati, architetti…

Tutti arancioni per cacciare Berlusconi


Inoltre sul sito www.liberacittadinanza.it segnaliamo:

Berlusconi: «Nel 2013 mi ritiro»
  Rosario Amico Roxsas

Che fine ha fatto Robin Hood?  di Barbara Fois

Le spese militari italiane
spiegate in 4 minuti


Felice Besostri spiega
i requisti per una legge
elettorale costituzionale


Attuare la Costituzione
Luciano Barra Caracciolo


Paolo Maddalena
Intervistato
da Giulietto Chiesa


Paolo Maddalena
Attuare la Costituzione