Tu sei qui: Portale » Dalle Sedi » Firenze » Articoli » IO NON CI STO !

IO NON CI STO !

Non è la prima volta che la speculazione finanziaria ci frusta ben benino. Piuttosto che passare il tempo a leccarci le ferite, come Italiani dovremmo cogliere la occasione per "capire".

Per come la vedo, continuare a nascondere agli Italiani le nefandezze che la classe politica ha commesso con il nostro avallo negli ultimi 40 anni, nel silenzio quasi totale delle istituzioni, accusando solo la finanza internazionale, significa nascondere un attore fondamentale : "NOI".

L'attore "NOI-popolo" che, avallando queste politiche per una specie di patto non scritto fra elettorato e politica basato sul "laissez-faire" o sullo scambio favore-voto, ha condotto il paese ad una situazione in cui, addirittura, ancora non siamo in grado di capire dove ci hanno condotto. Come se, incappucciati, ci avessero messo su di un autobus e, dopo un lungo viaggio, ci avessero tolto il cappuccio facendoci trovare improvvisamente in un ammasso di macerie. Durante il viaggio ci dicevano "Tranquilli, va tutto bene, stiamo andando in un Hotel a 10 stelle dove potrete fare tutto quello che volete: avere diritti senza doveri, evadere quanto e come volete, assumere in nero chi e quanto vi pare, prendere a man bassa senza dare..". Neanche a Pinocchio nel Paese delle Meraviglie era stato promesso tanto..

Tutte cose che non ci ha chiesto nessuno dall'estero, ma che ci siamo imposti da soli. E, che lo si sappia, nessuno ci ha chiesto di continuare a emettere titoli di debito senza controllare di poter riottenere parte delle risorse come concorso di tutti alle spese pubbliche. Uno degli ultimi a chiederlo fu il compianto Enrico Berlinguer quando, in tempi non sospetti, affermò "SI PUO' ANDARE IN DEFICIT. MA, PRIMA, SI DEVE DEBELLARE LA EVASIONE FISCALE". Probabilmente gli ultimi a percorrere questa strada furono lui e Aldo Moro. Dopo di loro ? Ai posteri l'ardua sentenza. A me pare di avvertire un assordante silenzio rotto di tanto in tanto da qualche piagnisteo o qualche timida difesa che sa di mancato alibi.

Si fa ancora un gran parlare della famosa "lettera di Andreatta" come se fosse lei la origine di tutti i mali. Ma qualcuno si può, di grazia, alzare e dire che quella fu il modo peggiore di cercare di risolvere un dramma tutto italiano ? Ma no, continuo a leggere che "tutto nasce da lì". E continuiamo a illudere gli Italiani che, finalmente, abbiamo trovato un colpevole "diverso da NOI". La storia non dice questo, ma a molti di noi piace pensarlo. IO NON CI STO. La mia missione è spiegare cosa realmente è accaduto ed accade tutt'oggi. Pur di non regolare i conti con la "Triade" (Evasione, Corruzione, Illegalità Diffusa) che fornisce quel terreno così fertile per la Criminalità Organizzata, c'è chi ha messo le bombe in questo paese, c'è chi ha accettato di buttarci nell'avventura "Euro" confidando magari sul fatto che i debiti sovrani sarebbero stati condonati in nome dell'acquiescenza ai trattati e che il nuovo ordine avrebbe "Lavato le colpe".

Diversamente da Nostro Signore , cui possiamo con fiducia chiedere ".. rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori..." l'Europa ci ha fatto un bel "CIAONE" e non ci ha rimesso un bel niente. Ci ha solo tolto lo strumento con cui ci stavamo facendo del male seriamente: stampare camion pieni di carta straccia.

Noi avevamo, ed abbiamo, la stella polare scritta in Costituzione, in particolare negli articoli 2 e 3 con i quali ci possiamo solo lavare la coscienza scrivendo libri e dissertando nei governi o nelle riunioni se non diciamo a tutti che essi funzionano solo, per quanto sia duro per molti ammetterlo, se viene attuato l'Articolo 53 nella modalità indicata dai Padri e dalle Madri Costituenti, con il Titolo III e, "dulcis in fundo", con l'articolo 81 nella sua veste originaria che trattava dell'Equilibrio di Bilancio, principio ben più alto del "Pareggio matematico di Bilancio".

Ciascuno di noi faccia ciò che può come può. Durante e dopo, andiamo pure a battere i pugni e, se serve, a sbattere la porta in faccia a chi vorrebbe la nostra nazione pagandola pochi Euro. Ma, per carità. GIAMMAI PRIMA !


Azioni sul documento
PERCHÉ NON TI FANNO RIPAGARE IL DEBITO - Marco Bersani"

Come si sta riorganizzando la mafia dopo la morte di Riina: minacce, bombe ed estorsioni"

Attuare la Costituzione
Luciano Barra Caracciolo