Tu sei qui: Portale » Dalle Sedi » Parma » Eventi 2014 » Parma - INVITO Conferenza dibattito Riforma del Senato, legge elettorale e sovranitá popolare

Parma - INVITO Conferenza dibattito Riforma del Senato, legge elettorale e sovranitá popolare

INVITO Conferenza dibattito

Immagine

“Riforma del Senato, legge elettorale e sovranitá popolare”

questo il titolo della Conferenza dibattito promossa dal Comitato Salviamo la Costituzione di Parma, venerdì 27 giugno alle ore 17.30 presso l’Aula dei Filosofi di via dell’Università n° 12, Parma. Interverrà il senatore Vannino Chiti primo firmatario insieme ad altri 13 parlamentari del PD di un disegno di legge di riforma costituzionale del Senato alternativo al disegno di legge presentato dal Governo Renzi .

Con lui parteciperà all’incontro anche il prof. Pancho Pardi già senatore nella passata legislatura e da molti anni impegnato nei movimenti oltre che nelle aule parlamentari nella difesa della nostra Carta costituzionale.

Coordinerà l’incontro il prof. Edoardo Fregoso.


Il senso dell’incontro è sintetizzato nel titolo. La sovranità popolare è sottoposta da tempo a un logorante e sistematico attacco. Il principio della rappresentanza, passo dopo passo, istituzione dopo istituzione, viene sacrificato al principio della governabilità con una progressiva concentrazione di poteri e una pericolosa alterazione dell’equilibrio fra i poteri stessi, quello legislativo e quello esecutivo. Ora tocca al Senato della Repubblica che si vuole sottrarre, così come è già avvenuto per le provincie, alla disponibilità e alla verifica diretta dei cittadini elettori. È in discussione dunque uno dei principi fondamentali della “democrazia rappresentativa” così come i padri costituenti ci hanno consegnato all’indomani del secondo conflitto mondiale e della Resistenza contro il nazifascismo.

Tutta questa operazione di smantellamento di sovranità popolare è resa facile da una crisi istituzionale e politica che, per l’indignazione dei cittadini nei confronti di una casta vorace e corrotta, rischia però di gettar via il bambino e non l’acqua sporca.

In questa situazione è significativo che un gruppo di parlamentari del PD, onorando l’art. 67 della Costituzione che recita “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato, in dissenso con le proposte del loro stesso partito, abbiano ritenuto di presentare un loro specifico disegno di legge, primo firmatario appunto il senatore Vannino Chiti, che riformando il così detto “bicameralismo perfetto” riafferma tuttavia il carattere elettivo dello stesso Senato pur ridisegnandolo nel numero dei componenti e nelle funzioni.

Il tema dunque è di capitale importanza anche perché legato strettamente ad altre questioni anch’esse alla ribalta del confronto politico , dalla nuova legge elettorale al così detto “presidenzialismo” che rappresenta la tappa finale di un progetto autoritario caro a Silvio Berlusconi, nei confronti del quale Matteo Renzi dichiara proprio in questi giorni di non avere pregiudiziali ma di ritenerlo per ora intempestivo. Appunto: un passo alla volta verso il regime.

Comitato Salviamo la Costituzione


PARTECIPATE E DIFFONDETE

Vedi la locandina
  • Quando 27 Jun 2014
  • Dove Aula dei Filosofi di via dell’Università n° 12, Parma
  • Persona di riferimento Maria Ricciardi
  • Indirizzo e-mail per contatti
  • Aggiungi l'evento al calendario vCal iCal