Tu sei qui: Portale » Dalle Sedi » Parma » Eventi 2014 » Parma - Presidio contro la trappola del TTIP

Parma - Presidio contro la trappola del TTIP

 

LA TRAPPOLA DEL TTIP !

Davvero gli industriali di Parma vogliono sostenere un accordo che farà gli interessi  solo delle grandi Corporation statunitensi ?

Davvero qualcuno può credere alle parole del sottosegretario Carlo Calenda che, senza citare alcuna fonte, quantifica in 8 miliari di euro i vantaggi del Ttip per l’Italia?   Si è mai visto un pesce piccolo divorare un pesce grande?

Il Ttip, l’accordo di partenariato transatlantico su commercio e investimenti che i rappresentanti USA e UE stanno negoziando direttamente con le grandi  imprese multinazionali in grande segreto, all’oscuro dei Parlamenti e dei cittadini, disegna un quadro di pesante deregolamentazione dei rapporti commerciali dove obiettivo principale è l’abbattimento non tanto delle barrie-re tariffarie, già abbastanza basse, ma di quelle non tariffarie, che riguardano gli standard di sicurezza e di qualità di aspetti sostanziali della vita di tutti i cittadini: l’alimentazione, l'istruzione e la cultura, i servizi sanitari, i servizi sociali, le tutele e la sicurezza sul lavoro.

Gli industriali del settore agro-alimentare della nostra provincia e della regione si rendono conto che le norme europee su pesticidi, Ogm, carne agli ormoni e più in generale sulla qualità degli alimenti, più restrittive di quelle americane e internazionali, e cioè tutto ciò che rende di qualità la nostra filiera potrebbero essere condannate come “barriere commerciali illegali?

Il trattato impedirà qualsiasi possibilità di scelta autonoma degli Stati in campo economico, sociale, ambientale, provocando la più completa esautorazione di ogni intervento da parte degli enti locali

Il Trattato, attraverso l’armonizzazione delle normative europee in ambito energetico, incentiverà l’importazione di biomasse americane che non rispettano i limiti minimi di emissione di gas ad effetto serra e altri criteri di sostenibilità ambientale.

Pur di arrivare a questo risultato Obama non ha esitato a destabilizzare l’Ucraina con il fine di danneggiare  i rapporti commerciali dell’Europa  con la Russia.

Il governo Renzi vuol farci credere che l’Italia sarà la principale beneficiaria di questo accordo. In realtà sta svendendo gli interessi del nostro paese e del suo sistema produttivo.

Noi cercheremo di impedirlo!

Mercoledì 1 ottobre presidio davanti alla sede dell'Unione Industriali di Parma dalle ore 15 alle ore 16

“L’ALTRA EMILIA-ROMAGNA”

  • Quando 01 Oct 2014
  • Dove Strada al ponte Caprazucca 6 - Parma
  • Aggiungi l'evento al calendario vCal iCal
LO SPREAD: Spiegato così, lo capiscono tutti!"

PERCHÉ NON TI FANNO RIPAGARE IL DEBITO - Marco Bersani"

Come si sta riorganizzando la mafia dopo la morte di Riina: minacce, bombe ed estorsioni"

 
« ottobre 2018 »
ottobre
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031