Tu sei qui: Portale » Dalle Sedi » Roma » Articoli » Berlusconi ha esclusivamente un diritto all'accertamento, non alla difesa

Berlusconi ha esclusivamente un diritto all'accertamento, non alla difesa

Nella Giunta per le autorizzazioni del Senato, Berlusconi ha esclusivamente un diritto all'accertamento, non alla difesa, come ha impropriamente detto Violante.
Il suo diritto alla difesa si è costituzionalmente dispiegato per tre gradi giudizio e un quarto non è previsto per nessuno.
Quindi la Giunta deve solo "accertare" se la condanna sia libera da "fumus persecutionis"

Parlando impropriamente di diritto di difesa, Violante invece delegittima l'operato della magistratura, alludendo ad una verifica di merito che non è consentita alla Giunta.
E con  la manipolazione delle parole, fornisce un prezioso assist politico a chi è impegnato da tempo a manipolare i fatti.

Questo atteggiamento non è democratico, perché viola il principio di indipendenza dei poteri dello Stato.
E visto che Violante è un ex magistrato, non è neanche frutto d'ignoranza.
Si rafforza così  la penosa sensazione che questa terzietà di fine stagione sia una referenza da utilizzare in occasione della prossima elezione del presidente della Repubblica.
Azioni sul documento
Il patto sporco, Le verità che molti volevano nascondere"

PERCHÉ NON TI FANNO RIPAGARE IL DEBITO - Marco Bersani"

Come si sta riorganizzando la mafia dopo la morte di Riina: minacce, bombe ed estorsioni"

 
« novembre 2018 »
novembre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930