PANDEMIA: QUELLO CHE NESSUNO DICE

di Umberto Franchi - 28/03/2021
PERCHE’DOPO 15 MESI DALLA PRIMA ONDADATA DI COVID REGISTRIAMO 107.000 MORTI, 25.000 CONTAGI E 400 DECEDUTI GIORNALIERI ?
QUESTI I MOTIVI :
  • La prima ondata di Covid, fu fronteggiata con un lockdown totale e nell’arco di 4 mesi pur con grandi sofferenze e morti, riuscimmo a far divenire la curva quasi piatta riducendo il contagio a pochi centinaia di casi e poche decine di morti;
  • A differenza della prima ondata, nella seconda ondata avvenuta a partire da mese di ottobre 2020 , è prevalsa la richiesta della Confindustria di non bloccare mai più le fabbriche e la produzione, con una modifica radicale    della linea  sia del governo Conte prima , che del governo Draghi dopo.
E’ AVVENUTO QUESTO :
  • CURA E PREVENZIONE NEL TERRITORIO: Non c’è stato nessun intervento programmato da parte dei due governi (Conte/Draghi) sulle strutture sanitarie per fare prevenzione nei territori con squadre mediche ed infermieristico attrezzate professionalmente preparate , per cui    il sistema sanitario continua a cercare di curare i pazienti nelle proprie abitazioni attraverso il telefono ,  o con il ricovero ospedaliero quando il quadro clinico si aggrava ...  determinando così  la saturazione de ricoveri negli ospedali e delle terapie intensive...  ed anche nella terza  ondata epidemica, la letalità è ancor più alta della prima ondata ;
  • NEGLI OSPEDALI, Non c’è stato nessun intervento strutturale con investimenti intensi al fine di risolvere le carenze dei macchinari, le carenze del personale specialistico ed infermieristico, ma gli unici interventi riguardano pochi assunzioni ed i dispositivi di sicurezza individuale ;
  • TRACCIAMENTI: Non ci sono stati investimenti adeguati nel sistema informatico al fine di effettuare un preciso tracciamento delle persone positive per isolarle,  e così la maggioranza  esse ì sfuggono ad ogni controllo;
  • TRASPORTI : Non c’è stato nessun intervento strutturale sui trasporti pubblici nazionali, regionali, e locali compreso il trasporto degli studenti, per cui il contagio sui trasporti continua come prima e più di prima;
  • PRODUZIONI: tutte le imprese industriali ed artigiane, hanno continuato a produrre e far lavorare i propri dipendenti senza alcun vincolo;
  • ZONE ARLECCHINO: Sono state istituite le zone che variano dal Giallo, arancione, arancione scuro, rosse... ma con le tutte le fabbriche aperte, e senza chiusure totali dei bar, ristoranti, pizzerie, centri commerciali, e di altre attività  di lavoratori autonomi e dipendenti,  le zone servano solo ad inseguire il Virus con un’altalena d curve che si abbassano per dopo ripartire con ancor più contagi di prima;
  • RISTORI: I governi Conte/Draghi, hanno scelto di far lavorare il più possibile e le eventuali perdite sono state compensate da “ristori” i di cui il 70% sono andate alle imprese ed un 30% per tamponare le fasce più deboli della disperazione sociale;
  • DISTANZIAMENTO SOCIALE E MASCHERINE: Nonostante la popolazione si sia abituata al distanziamento sociale, ed a portare la mascherina  (salvo pochi casi esistenti ma mai controllati dalle forze dell’ordine)  i mass-media e governo) ci dicono che se aumenta il  contagio la colpa primaria sta nei comportamenti individuali,
  • VACCINI: La Commissione Europea ha fatto accordi con le aziende farmaceutiche senza imporre ad esse penalità in caso di riduzione delle consegne di vaccini, favorendo le aziende produttrici  le quali possono non mandare i vaccini in Italia e Paesi Europei,  e venderli a prezzi più alti ad altri Paesi.   I governi Conte e Draghi  puntato comunque  molto sui vaccini,  ed il nuovo Commissario Gen. Figliuolo, appena insediato ha promesso di vaccinare 51 milioni di persone entro aprile (cosa fantascientifica) . In realtà erano partiti bene vaccinando il personale sanitario e quello della RSA, dopo avevano promesso che avrebbero vaccinato in base alle fasce di età partendo dagli over 80. Ma quello che è avvenuto è una vergogna!  Prima degli anziani hanno vaccinato  gli avvocati, i giudici, i professori universitari, il personale scolastico, i militari , ed un 16% di persone sotto i 60 anni in termini clientelari perché familiari o amici di personale sanitario, di politici che amministrano , lasciando fuori over 80 che sono state vaccinate solo 8%,  le persone fragili o ammalate, vaccinate solo il 3%, le persone anziane dai 65 ai 79 anni vaccinate solo al 1%.
Quello che è avvenuto e che sta avvenendo , In realtà dimostra che le linea politiche sostenuta dai due governi Conte/Draghi, si  fondano sulle richieste della Confindustria in termini “liberisti”... cioè sul fatto che sarebbe il benessere delle imprese che determina il benessere della società prima ancora della necessità di fermare la mattanza di morti, con la sconfitta dell’epidemia....
Per cui a differenza di quanto stabilisce l’art. 32 della nostra Costituzione, la Società si è piegata, adattandosi alle necessità delle imprese, che nonostante i piagnistei degli “imprenditori”,  la produzione industriale dal dicembre 2020 è in continua crescita e nel raffronto tra il dicembre del 2019 dicembre 2020 , è diminuita solo del  2,4% (dati Eurostat)  ... Naturalmente questo spiega anche perché nei distretti industriali a partire da quelli della Lombardia, la pandemia si sia trasformata in una carneficina.
Ma questo voler privilegiare   ad ogni costo la produzione industriale, non ha comunque salvato  le fasce dei lavoratori precari che  nonostante il blocco dei licenziamenti, a ben 465.000 di loro non è stato rinnovato il contratto alla scadenza del rapporto di lavoro a tempo determinato restando disoccupati, mentre le imprese ne hanno approfittato chiedere ai propri subordinati di lavorare di più incrementando  carichi  di lavoro  e finendo per fare la stessa produzione che facevano con i 465.000 lavoratori precari licenziati .
Inoltre ci sono   circa un milione di nuovi poveri , sono soprattutto i lavoratori precari, in parte autonomi e partite iva... e in maggioranza donne che usufruiscono parzialmente degli ammortizzatori sociali . 
Ma questa politica infame ha comportato soprattutto la cancellazione di una intera generazione di anziani e persone fragili (con il bene placido dell’Inps che risparmia sulle pensioni). Una generazione  che continua ad essere falcidiata . Questa è la verità !  che non leggete sui giornali e TV.
Umberto Franchi 

Questo articolo parla di:

12 aprile 2021

Caro Nemico

Corrado Fois
10 aprile 2021
archiviato sotto: ,

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

I WET MARKET IN CINA E IN INDIA

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE