ITALIA 2023 : LA REALTA’ SOCIALE , ISTITUAZIONALE E LA MANIFESTAZIONE DI ROMA DEL 7 OTTOBRE, PROMOSSA DALLA CGIL E 100 ASSOCIAZIONI

di Umbeto Franchi - 22/09/2023
Visto la situazione generale che viviamo di disastro sociale e rischi di guerra atomica, credo che sia necessario fare tutto il possibile affinché la manifestazione riesca bene ed essere presenti in grande masse...
La Presidente del Consiglio Meloni , in campagna elettorale ,  si faceva filmare ad un distributore mettendo 50  euro di benzina dicendo che 35 euro di esse andavano via per le accise e solo 15 per il costo benzina . Sosteneva quindi che fare pagare l’accise   era una vergogna da risanare e che una volta che lei  sarebbe andata al governo avrebbe tolto tutte le accise .
 
 In effetti è una vergogna ... e penso che  molti di coloro che hanno votato per  la destra speravano che la Signora Meloni tenesse fede agli impegni presi...  ma essa una volta eletta Ministra del Consiglio dei Ministri, non solo non ha tolto le accise accumulate negli anni , ma li ha aumentate  ripristinando anche quelle che aveva tolto  il governo di Draghi.
 
 Quello che in questi giorni sta avvenendo con l’aumento consistente dei carburanti, che si aggiunge all’aumento ingiustificato del gas che a catena  porta ad un’ulteriore incremento di tutti i trasporti, le merci, soprattutto i prodotti alimentari e di consumo , con prezzi già raddoppiati rispetto al 2022, che continueranno ad aumentare senza nessun blocco o controllo da parte del governo di destra, con l’inflazione che galoppa .
 
Ma nella televisione omologata alle volontà de governo, ogni giorno assistiamo alla sceneggiata  della Presidente del Consiglio che  rivendica la scelte del suo governo tra cui il  ripristino delle accise,  al fine  di  aiutare  i più deboli...
 
In realtà oggi Medio Banca ha certificato che nel 2022 il potere d’acquisto è diminuito del 22% mentre i profitti sono aumentati del 26% . con una inflazione sui beni di consumo cHe viaggia al 12%,  con  il 37% dei pensionati che percepiscono   meno di 1.000 euro al mese; i lavoratori che hanno salari inferiori a quelli di 30 anni fa...   in Italia esistono 300 contratti pirata  con  la gran parte dei lavoratori  precari che guadagnano meno di 5 euro l’ora e con la Meloni che non vuole dare nemmeno 9 o 10 euro di salario minimo per legge...
 
 In questo quadro , secondo la Meloni, i  ceti subordinati    devono anche  ringraziare il governo di destra , perché “ bontà sua, per aiutarli”  devono pagare la benzina  “solo” oltre 2 euro al litro.
 
Ma quali sono  i veri motivi per cui il popolo dei subordinati ,  deve pagare  la benzina così cara,  avere salari e pensioni di fame, avere la sanità pubblica affossata, avere la scuola affondata  e 1400 morti l’anno sul lavoro, il precariato a gogò, ecc... ?
 
Sono questi :
 
- i soldi dell’accise che devono pagare anche  i ceti più poveri , compensano le meno entrate allo Stato  a causa dei ricchi evasori  a cui il governo della Meloni ha dato la  possibilità di ottenere ben 12 tipologie di codoni fiscali...  alla faccia di chi ha sempre pagato regolarmente le tasse e di chi deve pagare le accise sulla benzina non prorogate dalla Meloni   ;
 
-  Il governo da i soldi che toglie ai ceti medio/poveri  alla riduzione delle tasse tramite la flat tax “piatta al 15%” per i ricchi autonomi fino 85.000 euro l’anno.
 
- il governo Premia gli evasori che hanno evaso il fisco nel 2019/20/21, i quali potranno mettersi in regola riducendo di 10 volte la sanzione , non più il 30% ma il 3%... sostenendo che è “una tregua fiscale”;
 
- i soldi vanno  alle ricche società d calcio verrà concesso di versare 889 milion di euro di arretrati fiscali , in 60 rate mensili senza interessi ;
- I soldi vanno ai furbetti evasori, ai quali verranno rottamate le cartelle fino a 1.000 euro;
 
- la Meloni ha stabilito un decreto dove di fatto viene annullata una sentenza dell’antitrust annullava l’incremento speculativo delle tariffe gas e luce ed altre bollette... Così non solo i rincari ingiustificati non verranno resi agli utenti , ma danno il via libera ad ulteriori rincari che le società fornitrici (che hanno già deciso di intraprendere) a danno dei cittadini utenti, continuando nei favolosi extraprofitti;
 
- Il governo ha fatto una “riforma dei contratti pubblici” che deregolamenta e frantuma il lavoro, alimenta la corruzione e la mafia, incentiva il precariato e le morti sul lavoro, distribuisce ingente denaro pubblico ad imprese che non si cureranno mai dell’interesse preminente generale come stabilito dall’art. 43 della Costituzione, ma solo del proprio profitto da incrementare a danno della collettività e con più morti sul lavoro;
 
- Ha incrementato le spese per il riarmo al 2% del PIL con una spesa di ben più 14 miliardi l’anno , ed un nuovo invio di armi a sostegno della guerra in Ucraina;
 
- Infine la Meloni per fare “un favore ai ceti più poveri” otre a fargli  pagare l’aumento della benzina ed averli ridotti alla fame , considera centinaia di migliaia  di famiglie senza reddito  occupabili e quindi gli toglie anche il “Reddito di Cittadinanza” .
  
Oggi i Ceti medio bassi , sono al collasso, bisognerebbe Scioperare nei luoghi di lavoro e nelle scuole, scendere in piazza affinché  siano abolite le leggi che permettono il lavoro precario... siano aboliti i contratti pirata che permettono di pagare i lavoratori anche meno di 5 euro l’ora; sia abolita la legge Fornero sulle pensioni ... sia divisa la previdenza dall’assistenza facendo pagare l’assistenza allo Stato e non con i contributi Inps dei lavoratori; siano spese tutte le risorse necessarie a difesa della sanità pubblica e della scuola nazionale ... ed infine incrociare le braccia   affinché  sia imposta una patrimoniale a quel 10% di popolazione che detiene il 55%  di tutta la ricchezza esistente in Italia  con i soldi ricavati da destinare all’aumento delle pensioni medie/basse ?
 
Ma visto che invece nel nostro Paese tutti si lamentano ma  tutto sembra in letargo, il governo della destra post/fascista Meloni,  si sta muovendo in modo preoccupante anche sul piano Istituzionale:
 
La destra che   nelle ultime elezioni  ha  ottenuto solo il 44% dei consensi elettorali di coloro che sono andati a votare ,( senza dimenticare che alle ultime elezioni politiche il 37% degli elettori non ha votato)e quindi quello di Destra,  è un governo di minoranza  con il consenso degli italiani verso il governo di destra riguarda circa il 26% di tutto il corpo elettorale.
 
E’ solo   grazie a una legge  incostituzionale il ”Rosatellum” ,che il 44% dei consensi di chi ha votato  sono diventati maggioranza parlamentare assoluta.
 

Oggi Il governo  anche se minoritario, oltre ad affondare lo stato economico e il disastro sociale delle classi subalterne a vantaggio dei ricchi,   sta portando avanti anche una campagna di ‘controriforme’ non solo sul piano economico e sociale ,culturale e civile, ma  puntano anche a stravolgere l’impianto stesso delle nostre istituzioni attraverso :

 
1)Il trasferimento di amplissime competenze dallo Stato ai Presidenti di
 
Regione‘ attraverso una legge sulla autonomia differenziata’, che   rischia di minare la stessa unità nazionale e appare in aperta contraddizione con l’obiettivo costituzionale di creare una società di uguali, cui sia garantito l’accesso a servizi pubblici di pari qualità;
 
2)Stanno elaborando un disegno di legge  a suffragio  universale per eleggere il Presidente della Repubblica  oppure il Presidente del Consiglio dei Ministri creando una figura che con la legittimazione popolare sottrarrebbe ogni controllo del Parlamento.
 
In entrambe i casi l’organismo assembleare rappresentativo della volontà popolare viene privato delle sue competenze e viene ridotto a mero organo di convalida di decisioni prese altrove.
 
3) stanno elaborando Una legge  che prevede l’abolizione della indipendenza dei Magistrati, i quali verrebbero sottoposti al  controllo e alla valutazione politica del governo, ad esempio con l’abolizione dell’obbligatorietà dell’azione penale, o con una valutazione quantitativa del numero dei casi trattati;
 
4) stanno violando l’art, 11 della Costituzione  con l’Italia che di fattoentrata in campo nella guerra Ukraina, nonostante tutte le fonti dimostrino una ampia opposizione popolare a questa scelta.
 
 
Un caso emblematico è la attuale campagna di militarizzazione della nostra società (a iniziare dalla scuola), con relativa esaltazione dell’eroe in divisa, della struttura gerarchica, destinazione a fini militari di gran parte del patrimonio demaniale, come sta avvenendo a Coltano  . con relativa esaltazione dell’eroe in divisa, della struttura gerarchica, destinazione a fini militari di gran parte del patrimonio demaniale.
 
Se a quanto sopra aggiungiamo che lo Stato Nazione ha perso la sua sovranità ed è in mano ad organismi transnazionali privi di legittimazione democratica come il Fondo Monetario Mondiale, la BCE... i processi di spettacolarizzazione e personalizzazione  mediatica della politica... svuotando i tradizionali meccanismi della democrazia, partecipazione  e rappresentanza... dobbiamo dire che non siamo più in democrazia ma di fronte a nuove forme di regime oligarchico che niente ha a che vedere con la democrazia .
 

A fronte di questa situazione che diventa sempre più drammatica, con molti pensionati e persone che pur lavorando non  arrivano a fine mese e spesso non hanno nemmeno il cibo necessario per sfamarsi, con persone che si suicidano dalla disperazione, e che sta per instaurarsi un regime autoritario non democratico...  cosa viene fatto  dai sindacati italiani ?  La CGIL assieme ad altre 100 Associazioni   hanno promosso una manifestazione per la Pace e la Giustizia Sociale , mentre udite! udite ! la CISL è contraria ad ogni sciopero... e  reclama ad “alta voce” un tavolo al governo per lanciare una nuova politica concertativa de redditi (sic) ...

Salari, pensioni, precariato, fisco, sanità pubblica scuola... servirebbe una precisa piattaforma rivendicativa discussa ed approvata dai lavoratori in assemblea...  con la proclamazione di scioperi  articolati e generali fino ad ottenere le nostre richieste, mentre la CGIL a deciso a mio parere erroneamente di promuovere un referendum tra i lavoratori in merito alla proclamazione o meno dello sciopero generale , facendo venir meno le proprie prerogative e ruolo sancito dal Congresso.

  Cosi la CGIL assieme ad altre 100 Associazioni a definito   l'elenco dei contenuti in merito alla manifestazione del 7 ottobre che vanno oltre la manifestazione per la pace ed appaiono come   un minestrone dove c’è un po’ d tutto, ma non   è non una vera piattaforma rivendicativa discussa ed approvata dai lavoratori in assemblea.
 

Pur tuttavia , visto la situazione generale  che viviamo di disastro sociale e rischi di guerra atomica, credo che sia   necessario fare tutto il possibile affinché  la manifestazione riesca bene ed essere presenti in grande masse... e che sia solo l'inizio di una grande stagione di riscossa e lotte per cambiare nel profondo a livello economico, sociale, civile, culturale, politico. 

La_via_maestra_Orari.jpg

 Umberto Franchi -  22 settembre 2023

Clicca Qui per tutte le informazioni

Questo articolo parla di:

13 luglio 2024

Ora e sempre austerità

Marco Bersani
8 luglio 2024

...Ma guarda te!

Corrado Fois
archiviato sotto: