"La nomina a Vicequestore di due poliziotti condannati per i fatti di Genova 2001 mina la credibilità delle Istituzioni"

di SEGRETERIA NAZIONALE ANPI - anpi.it - 07/11/2020
Comunicato della Segreteria nazionale ANPI

Abbiamo apprezzato la ammenda pubblica da parte dei vertici della Pubblica Sicurezza nella circostanza della cosiddetta “macelleria messicana” verso tanti pacifici manifestanti a Genova nei fatti del 2001.

A maggior ragione rimaniamo turbati dalla recentissima nomina a vicequestore di due funzionari condannati in via definitiva proprio per quei gravissimi fatti. È vero che i colpevoli hanno scontato le sanzioni comminate dall'Autorità giudiziaria, ma stupisce che rivestano ancora una divisa onorata che in nessun caso dovrebbe essere macchiata; oggi addirittura viene loro attribuita una promozione di grado, dove la “procedura amministrativa obbligata” si scontra con un rigore morale e civile che non dovrebbe mai mancare nelle istituzioni.

Ci sembra fra l'altro ovvio che le promozioni debbano premiare anche il merito e il pieno rispetto del mandato istituzionale delle forze dell'ordine. Non è stato così. È una questione di buon senso. In un momento così difficile per il Paese, tutti dovrebbero fare la loro parte per rafforzare la credibilità delle istituzioni democratiche.

Ci aspettiamo da parte del Ministro dell'Interno e del Capo della Polizia un comportamento conseguente e coerente.

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

5 novembre 2020

Questo articolo parla di:

16 febbraio 2021
24 marzo 2021
19 marzo 2021
11 febbraio 2021

LE FOIBE E LA MEMORIA

Umberto Franchi
archiviato sotto:

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

I WET MARKET IN CINA E IN INDIA

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE