Sabato a Roma sia un nuovo inizio di lotte per...

di Umberto Franchi - 12/10/2021
SABATO 16 OTTOBRE CI SARA' UNA GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA . MA PER COSA ?
- Credo che sia molto giusto manifestare per chiedere lo scioglimento dei partiti ed organizzazioni fasciste a partire da "Forza Nuova";
- credo che sia giusto manifestare anche contro la Meloni che va alla Manifestazione dei fascisti VOX in Spagna e dice di non conoscere la matrice di ha "sventrato" la CGIL nazionale;
- credo che sia giusto manifestare contro Meloni, Salvini Berlusconi , che anziché approvare una legge per sciogliere "Forza Nuova" , gli danno copertura politica sostenendo che loro sono per fare un documento unitario dove si condannano tutte le violenze.
 
MA BASTA MANIFESTARE PER QUANTO SOPRA ?
NO ! NON BASTA PER QUESTI MOTIVI :
 
- credo che la maggioranza che manifestava a Roma sabato scorso, contro il Green pass, (che certamente si sono fatti strumentalizzare dai fascisti) non siano fascisti , siano il sintomo di un disagio più grande dovuto alle enormi ingiustizie e disuguaglianze sociali;
 
- credo che anche le grandi manifestazioni effettuate in varie città d' Italia durante lo sciopero generale indetto dai sindacati di base aderenti ai COBAS, siano manifestazioni con al centro rivendicazioni contro lo sfruttamento , le disuguaglianze, le ingiustizie sociali .
 
ALLORA VORREI CHE LA CGIL ASSIEME A CISL E UIL, AL CENTRO DELLA MANIFESTAZIONE DI SABATO PROSSIMO A ROMA METTESSERO LE SEGUENTI RICHIESTE AL GOVERNO E CONFINDUSRTRIA :
 
a) un aumento generalizzato di almeno il 30% delle pensioni medie e basse;
 
b) un aumento generalizzato degli stipendi di almeno il 20% ed un salario minimo netto di almeno 9 euro l'ora;
 
c) il blocco di tutte le tariffe, prezzi, e bollette come erano all'inizio dell'anno 2021 fino a quando non saranno aumentati anche salari e pensioni;
 
d) il ripristino dei diritti cancellati nei luoghi di lavoro attraverso l'abolizione della legge sui precari n. 30 (legge Biagi) , la cancellazione del JOBS ACT con il ripristino dell'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori;
 
e) cancellazione del sistema contributivo ed il ripristino del sistema retributivo e dell'eta' pensionabile con 40 anni di contributi e 60 anni di età ;
 
f) il blocco di tutti i licenziamenti ed una legge contro le dislocazione delle imprese in altri Paesi del Mondo;
g) un piano di rilancio e risanamento della scuola pubblica anche con intensi investimenti nella ricerca;
 
h) un piano di interventi ed intensi investimenti nella sanità pubblica al fine di fare prevenzione e cura nei territori;
i) la cancellazione della legge voluta da Berlusconi che ha depenalizzato molti articoli del "Testo Unico Sulla Sicurezza" nei luoghi di lavoro ed un piano di investimenti di prevenzione nelle aziende nonché le assunzioni i necessarie per i controlli;
 
l) un piano Statale di costruzioni di alloggi per chi ne ha bisogno con il blocco degli affitti.
 
Ecco sono anche queste 10 richieste che vorrei portare alla manifestazione di Roma... ma solo come inizio di una nuova fase di lotte rivendicative da sostenere nei luoghi di lavoro , nelle piazze, nelle scuole, ed a livello generale... sviluppando la conflittualità necessaria .
Umberto Franchi 

Questo articolo parla di:

14 ottobre 2021

Oltre la soglia pandemica

Franco Berardi Bifo
17 ottobre 2021

Alle radici della fragilità

Alessandra Algostino
archiviato sotto: