La INCONSISTENZA della nostra classe politica e dirigente in genere

di Maurizio Sbrana - liberacittadinanza.it - 03/01/2024
Si potrebbe scrivere un libro intero di 500 pagine per denunciare la sciatteria delle nostre classi dirigenti (non soltanto di quelle politiche!), ma credo che sia sufficiente ricordare quello che diceva ENNIO FLAIANO sull’Italia : “” Deve esserci qualcuno che continua a spostare la SOGLIA DEL RIDICOLO “” …

Non è all’altezza della grave situazione in cui versa il Paese, e non soltanto da ora, ma ormai da decenni!
Lo SFACELO dell’ITALIA è sotto gli occhi di tutti, e si riverbera in tutti i campi.

L’EVASIONE FISCALE (100 miliardi di euro annuì) e la CORRUZIONE (un’altra 50ina) avviluppano il Paese in una morsa tragica, che ne blocca lo sviluppo armonico.
Tutti gli anni la nostra Corte dei Conti lo fa rilevare, grida allo scandalo, ma poi nessuno fa niente per ovviare alle conseguenze.

Ora poi c’è la favola del PNRR, un’iniezione di oltre 200 miliardi di euro nelle vene dell’economia italiana, che se venisse veramente fatta come si dovrebbe fare, potrebbe dare una gran spinta allo sviluppo…, ma che già si sta rilevando probabilmente una delle tante chances  perdute, con i soliti ‘traffici’ correttivi, clientelari, ecc. …

Il problema del LAVORO, pure esso annoso, si presta a far emergere statistiche fasulle; ci dicono infatti che attualmente siamo al record di lavoratori, ma non ci dicono per QUANTE ORE globali si lavora (per le statistiche, basta che un lavoratore operi anche un solo giorno a settimana che viene calcolato 1 lavoratore…).
E che dire delle RETRIBUZIONI dei Lavoratori?    L’OCSE  di recente ci ha notificato che negli ultimi 30 ANNI i salari in Italia sono cresciuti dell ‘ 1 %, contro una media dei Paesi dell’OCSE di ben  + 32,5%. !!!
Corollario si può poi considerare anche il problema del LAVORO SOMMERSO, che sfugge alle statistiche e si riconnette all’evasione fiscale, ed anche qui nessuno si sente in dovere di studiare una qualche norma che possa bloccare queste indecenze…

Lo stato comatoso della nostra SANITÀ è sotto gli occhi di tutti.   Con una popolazione che invecchia e che si impoverisce, cosa fanno i nostri governanti?
TAGLIANO posti letto, chiudono Ospedali, riducono le risorse disponibili, e tutto ciò non fa altro che respingere sempre maggiori fasce di popolazione in una terra sconosciuta!   Tanto che ormai ben 1 italiano su 3 non si cura più, perchè non ha i mezzi finanziari per rivolgersi alla Sanità Privata, che invece ‘va a gonfie vele’, tanto che ormai annualmente gli italiani (o meglio, quelli che se lo possono permettere, magari facendo i salti mortali…) spendono oltre 40 miliardi di euro per curarsi privatamente.    Ma anche qui ci prendono in giro, dicendoci, per bocca dellaPremier che  per il 2024 sono state postate in Manovra con un record di sempre ben’ 136 miliardi di euro, oltre 3 miliardi di euro in più del 2023:  qualcuno per cortesia chiarisca alla Premier che 3 miliardi in più sui precedenti 133 miliardi del 2023 sono ca. il 2,24%, contro una INFLAZIONE ‘ufficiale’ (…..) del 2023 di circa il  +5,6% .  In matematica della seconda media ciò significa che le risorse per la Sanità nel 2024 caleranno realmente di almeno il 3,2% , ovvero più di 4 miliardi di euro!    Ma anche qui nessuno lo fa notare…

Sulla PROGRAMMAZIONE ECONOMICA c’è soltanto da stendere un pietoso velo!
Una volta c’era un Ministero che se ne occupava.   Ora il nulla .
E così si assiste ad un SISTEMA SCOLASTICO del  tutto avulso dalla realtà, con assenza di programmazione anche sul numero di giovani da indirizzare verso le maggiori possibili  occasioni di lavoro, tanto che attualmente secondo i dati di Confindustria ci sono 800 mila posti di lavoro vacanti, e non si trovano giovani che possano occuparli, per mancanza di relativa formazione!

Nessuno si occupa di ‘rispolverare’ un possibile PIANO CASA, lasciando anzi andare in malora molti appartamenti delle Case Popolari, quando almeno mezzo milione di famiglie è letteralmente sul lastrico, per mancanza di alloggi pubblici…
Però abbiamo speso oltre un centinaio di miliardi per riqualificare immobili, soprattutto del ceto medio… D’altronde, questi Governi non per nulla sono sostenuti dal ceto medio.

Siamo al 3 gennaio…, e ci hanno imbottito la testa, ogni dieci minuti con i TG del Minculpop, a reti unificate, magnificandoci le grandi nuove risorse appostate nella Manovra per il 2024 in favore dei ceti bassi e medio bassi, tanto che nelle buste paga di gennaio già si vedranno alcune decine di euro di aumento retributivo…Poi però abbiamo già visto che dal 1 gennaio scatteranno gli aumenti sulle Autostrade, sui Telefoni, sulle Assicurazioni, mentre  l’IVA sul GAS tornerà dal 5% al 22%…
(fate i Vostri Conti e vedrete quanto Vi resta in tasca dei favolosi aumenti in busta paga !!!!).
Ma va tutto bene, madama la marchesa! E gli italiani festeggiano il nuovo anno.

E si potrebbe continuare, scrivendo un libro intero di 500 pagine per denunciare la sciatteria delle nostre classi dirigenti (non soltanto di quelle politiche!), ma credo che sia sufficiente ricordare quello che diceva ENNIO FLAIANO sull’Italia :
“” Deve esserci qualcuno che continua a spostare la SOGLIA DEL RIDICOLO “” …

Buon 2024 .
Maurizio Sbrana

Questo articolo parla di:

2 gennaio 2024

Buon capodanno!!!

Barbara Fois
23 gennaio 2024

La linea d’ombra

Corrado Fois
4 gennaio 2024

Uno sparo nel buio

Corrado Fois
archiviato sotto: