29 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento








Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Un Patto nuovo per una politica vecchia
La politica dell’UE esprime e determina inevitabilmente anche i comportamenti e la cultura di fondo della società civile europea ed è necessario un profondo ripensamento delle linee di fondo del Patto sulle migrazioni e l’asilo.
Si trova in ARTICOLI / Società
Migranti. Esposto alla Corte dell’Aia: “Indagare su Italia e Ue. Si profila un crimine di lesa umanità?”
La Sar libica è una finzione che ha una parvenza di realtà soltanto grazie al costante supporto italiano ed europeo e che è funzionale unicamente alla politica di chiusura e respingimento nei confronti dei migranti varata dall’Italia e dall’Unione Europea
Si trova in ARTICOLI / Politica
Una svolta di civiltà?
L’epoca in cui siamo costretti ad osservare rigorose forme di distanziamento sociale, forse è il momento migliore per riscoprire il valore del legame sociale ed interrogarci sulla dimensione di senso della nostra convivenza come comunità politica
Si trova in ARTICOLI / Politica
Apocalypse Now
Riusciranno forse a “sfangarla” le comunità che avranno organizzato per tempo sistemi energetici, di mobilità, di alimentazione, diversi; stili di vita più sobri; una rinnovata attenzione per la vita che ancora popola il nostro pianeta. In comunità del genere c’è posto per tutti
Si trova in ARTICOLI / Politica
Blocco Navale: naufragio morale
Nel riproporre il suo obiettivo del blocco navale dei barconi in partenza dalla Libia l’on. Meloni ha fatto riferimento ad un precedente, il blocco navale operato dall’Italia nei confronti delle imbarcazioni di profughi/migranti che partivano dalle coste dell’Albania nella primavera del 1997 (primo Governo Prodi), indicandolo come un modello da seguire. Peccato che nel riproporre il modello Albania la Meloni abbia sorvolato su un piccolo inconveniente….la morte di 81 persone
Si trova in ARTICOLI / Società
Con Le Nonne in Rivolta
Un appello semplice e straordinario di cinque donne già impegnate in percorsi di accoglienza e sostegno a persone migranti. Hanno deciso di chiamarsi Le Nonne in Rivolta e lanciato una petizione intitolata abbracciaperte. uniti per una nuova Schindler List, perché “di fronte al nuovo Olocausto a cui assistiamo”, dicono, “vogliamo creare una nuova Schindler’s list per salvare più vite possibili e imporre all’Europa un cambio di rotta nelle politiche migratorie”
Si trova in ARTICOLI / Società
Immigrazione: da “illegal aliens” (alieni illegali) a esseri umani
Elie Wiesel, (1928-2016) sopravvissuto ai campi di concentramento di Auschwitz, Buna e Buchenwald, e vincitore del Premio Nobel per la Pace, disse che “nessun essere umano è illegale”
Si trova in ARTICOLI / Politica
Tipul acesta negru…
“ tipul acesta negru … quel ragazzo negro “Sebastian Coltescu – arbitro “ L’aggressione fisica non è stata così grave quanto l’oppressione psicologica sofferta dalla popolazione nera durante l’apartheid. È una tortura psicologica impossibile da descrivere a parole” Nelson Mandela
Si trova in BLOG / Blog Corrado Fois
La grande sostituzione: dai margini al centro dell'ideologia repubblicana
Il silenzio della leadership del Partito Repubblicano agli eventi di Buffalo e altrove ci spinge a concludere che il complotto della teoria di “grande sostituzione” si è impossessato del centro del Gop. Persino massacri di gente innocente sono accettabili purché spianino la strada alle vittorie politiche.
Si trova in ARTICOLI / Politica
Mohamed Mahmoud Abdulaziz e l’infinito genocidio made in Italy
Mohamed, allora è un altro di quei nomi che la gran parte dei media del nostro Paese, tutti eroicamente impegnati nella retorica occidentale del conflitto russo-ucraino, snobbano (con pochissime eccezioni). Un altro di quei nomi che la storia scriverà dentro il memoriale di questo infinito genocidio made in Italy
Si trova in ARTICOLI / Giustizia-Legalità