VIDEO INVITO AL VOTO

di Redazione di Liberacittadinanza - liberacittadinanza.it - 16/09/2022
Di seguito un serie di link a video di persone qualificate che invitano al voto del 25 settembre

Gaetano Azzariti 

https://www.youtube.com/watch?v=1cAyR8iZu1M

Questa volta non potremo dire: io non lo sapevo. La volontà di stravolgere il nostro assetto costituzionale è stata dichiarata ad alta voce, è stata scritta nei programmi dei partiti politici. Presidenzialismo e autonomia differenziata sono i due obiettivi principali. Il 25 settembre andremo a votare, anche e soprattutto su questo. Non possiamo voltarci dall’altra parte”.

Nadia Urbinati

https://www.youtube.com/watch?v=LYW085Smax0&t=28s

Ci viene detto quotidianamente che il nostro voto non conta più, poiché si sa già l’esito e si sa già che coloro che andranno a votare saranno i cittadini socialmente forti. Gli altri, ritenendo che il loro voto non ha potere, se ne staranno a casa. Noi non dobbiamo credere a questa lettura. Il ruolo del voto può sorprendere proprio quelli che ritengono che non debba sorprendere nessuno. Andare a votare il 25 settembre fa tutta la differenza del mondo.

Sergio Labate

https://www.youtube.com/watch?v=SBUA9XW_66Q

Il presidente di LeG, Sergio Labate, lancia la campagna di invito al voto promossa dall'associazione in vista delle elezioni politiche 2022. "Il rischio che corriamo è quello di una trasformazione minuziosa del progetto di società. Anche se è comprensibile sentire in questo periodo un grande disincanto nei confronti della politica, bisogna riconoscere che stavolta ci sono buone ragioni per andare a votare. LeG prova a proporre queste #buoneragioni”. #lebuoneragioni #25settembre2022 #elezionipolitiche2022 #invitoalvoto

Gianfranco Pasquino

https://www.youtube.com/watch?v=wxVLTUnjOsU

"Sono un europeo nato a Torino. Ho sempre guardato all’Europa come il luogo migliore nel quale vivere. Sono costernato dalla campagna elettorale della destra. Una buona ragione per andare a votare è anche semplicemente andare a votare contro: contro quelli che sono confusionisti, egocentrici, sovranisti: non è da loro che l’Italia otterrà quello che dovrebbe avere per riuscire a risolvere alcuni dei suoi problemi. Non è da loro che ci aspettiamo soluzioni. Andare a votare, in questo caso, è particolarmente importante. Andate a votare e votate per i partiti europeisti" Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienza politica

Elena Granaglia 

https://www.youtube.com/watch?v=0kLwojnKPCU

La flat tax è tornata ancora una volta al cuore del programma elettorale del centro destra. Per i suoi difensori, la flat tax ridurrebbe l’evasione e favorirebbe la crescita. Peccato che non esista alcun dato che suffraghi questo convincimento. Il rischio, al contrario, è quello di una secca diminuzione del gettito. Nel programma del centro destra non è mai menzionata la parola ‘disuguaglianza’ e si parla di servizi. Ma come sviluppare i servizi se si tagliano le risorse che dovrebbero alimentarli? Anche su questo fronte, esiste una differenza fondamentale tra destra e sinistra”. Elena Granaglia, Scienza delle Finanze, Roma Tre

 Roberta De Monticelli

https://www.youtube.com/watch?v=KODgBpo-J_E

 Ho molti amici che mi dicono che non andranno a votare. Cari amici, vorrei rivolgermi proprio a voi. Credo che come me voi siate attoniti di fronte alla sproporzione tra l’entità delle questioni che ci attorniano, dalla desertificazione di questa terra a una guerra nel cuore dell’Europa, e la meschinità della maggior parte dei protagonisti della campagna elettorale. Credo però che non votare a queste elezioni significa spalancare la porta a quelli che sanno fin troppo bene che cosa vogliono: vogliono un’Italietta degli abusi, dei soprusi, dei condoni, dell’evasione, della corruzione. Che per di più, chiamano Patria”. Roberta de Monticelli

 Carlo Galli

https://www.youtube.com/watch?v=R-RxlX4HX5A

 "Il mio intervento è una esortazione al voto. Non perché l’astensione sia di per sé illegittima, ma perché l’astensione può essere pericolosa. In questo caso lo è: perché nel caso di una maggioranza parlamentare pari o superiore ai due terzi, la forza politica che detiene quella maggioranza è in grado di modificare la Costituzione senza passare attraverso il referendum popolare".

Carlo Galli, Professore Alma Mater, Un. Bologna

Mia Caielli

 https://www.youtube.com/watch?v=bc9Xp6Ru1OU

 Quale sarà il futuro dell’Italia sotto il profilo dei diritti civili, in particolare quelli delle donne, dopo il 25 settembre? Dipende dall’esito del voto, che è strettamente collegato all’affluenza alle urne. Mi rivolgo a tutta la popolazione indecisa, in particolare alle giovani e ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro e che faranno scelte molto importanti che riguardano anche la loro sfera più intima. Perché oggi il rischio di consegnare il Paese all’estrema destra è troppo alto. Invito tutte voi e tutti voi a votare”

Mia Caielli, Docente di diritto pubblico comparato, Università degli studi di Torino

Fabrizio Tonello

https://www.youtube.com/watch?v=rUoU4OScoMU

"La politica di oggi non vi piace? Nemmeno a me. Purtroppo, se voi non vi occupate di politica, la politica si occuperà ugualmente di voi. Che lo vogliate o no. Il 25 settembre andate a votare per difendere i vostri diritti e votate contro la coalizione della Meloni e della destra". Fabrizio Tonello, università di Padova

Questo articolo parla di:

17 settembre 2022
24 settembre 2022

Andiamo a votare …

Corrado Fois
21 settembre 2022

Appello al voto

Presidenza nazionale del Cdc
21 settembre 2022
archiviato sotto: